UN GRANDE EVENTO PER CELEBRARE I 100 ANNI DALLLA MORTE DI AUGUSTE RENOIR

Nel 2019 si celebrano i 100 anni dalla morte del grande Auguste Renoir.

Per meglio far conoscere al grande pubblico questo artista è stato ideato un progetto che unisce le due arti che da sempre lui amò: pittura e musica.

Analizzando attentamente la sua vita, non si può fare a meno di notare come la curiosità abbia sempre caratterizzato l’esistenza di Renoir che, pur affermandosi nel corso del tempo come grande artista, ebbe una certa predilizione per la musica. Questo aspetto, per lo più recondito, emerge fin dall’infanzia e si esplica nelle sue tele più note, come ad esempio  il Moulin de la Galette.

Il giovane Renoir, infatti, dopo aver seguito le lezioni di Gounod, abbandona la carriera di cantante nonostante la dura opposizione del maestro, per intraprendere quella della pittura. Ma la musica continuerà ad accompagnarlo nella vita. Attratto dai grandi classici come Johann Sebastian Bach e Mozart, apprezzava molto i contemporanei Offenbach e Chabrier che amava ritrarre nelle sue tele.

Tra i compositori e i musicisti che hanno posato per lui, oltre a un buon numero di connazionali, dal talentuoso Benjamin Godard al bizzarro Ernest Cabaner, trova posto anche Richard Wagner, in occasione di un incontro, il cui esito fu infelice, avvenuto a Palermo nel gennaio 1882. 

L’inziativa che vede in campo due professioniste di grande livello: Daniela Lauria, critico e storico dell’arte, e Angelica Cirillo, soprano.

Insieme, porteranno in location prestigiose, degli eventi in cui si intervalleranno momenti di grande musica e canto, a narrazioni, con proiezioni di immagini d’arte.

Con l’ausilio della musica, unita alle immagini, ogni spettatore potrà cogliere l’essenza del genio artistico e umano di Renoir,  che amava l’arte in tutte le sue forme.

Chiunque fosse interessato, non esiti a contattarmi…